Domenica, 11 Febbraio 2018 03:22

Soldi e veleni nel giardino d'Europa

Pistoia - Da un articolo di Samuele Cafasso del settimanale Pagina 99, che vivamente consigliamo di leggere, viene spiegata la situazione politica ed economica dei vivai pistoiesi, solo così, documentandoci, leggendo, arricchendoci culturalmente, possiamo capire veramente in quale realtà stiamo vivendo.

La politica toscana ha bocciato la mozione del consigliere regionale Fattori dove si chiedeva su dichiarazioni Arpat, di regolamentare il settore vivaistico per la necessità di diminuire l'inquinamento causato da questa lavorazione, con la separazione dei circuiti idrogeologici nella realizzazione dei pozzi, la regolamentazione delle “zone di protezione” e una disciplina cogente delle “zone di tutela assoluta” e delle ‘zone di rispetto’, garantendo le distanze minime (‘fasce di rispetto’) fra le aree trattate e quelle dove le persone vivono. Il tutto potenziando il controllo sull’uso dei fitofarmaci nei vivai, indirizzando gli operatori verso l’uso di prodotti sempre meno impattanti e agroecologici, e aumentando i controlli per la verifica della regolarità dei prodotti utilizzati e delle procedure lavorative.

Quasi tutto il consiglio regionale ha detto no, la politica ha deciso così che la salute della popolazione e dell'ambiente in cui viviamo vengono dopo l'economia; Il Comitato San Rocco ha sempre sostenuto che l'attività vivaistica è importante per la nostra città ma lo sarebbe ancora di più se fosse una agricoltura sostenibile con meno chimica e più biologico.

Ricordiamo al Sindaco Tomasi, che non si è ancora espresso sulla questione vivaismo sostenendo di dover attendere le decisioni della regione Toscana, che il primo cittadino è responsabile della salute della popolazione, e le dichiarazioni di Arpat sono argomenti seri, su cui riflettere, perché anche la terra di Pistoia va lasciata alle generazioni future.

Una società che riduce a profitto qualsiasi cosa, compreso salute, beni comuni, e ambiente potrà generare solo una realtà malata, avida, e certamente non a dimensione del uomo, ma soprattutto, dove la politica si appropria decisioni che non le competono, molto probabilmente causerà per i cittadini pesanti conseguenze.

Comitato San Rocco

Voglia di Vivere 06 PISTOIA