Venerdì, 09 Marzo 2018 14:45

Il Pd deve fare una riflessione seria sul fenomeno migratorio e sulla sicurezza

di Giacomo Mangoni*

Agliana- Mi fa abbastanza sorridere che chi rivendica la vittoria delle elezioni politiche del 4 marzo ad Agliana sia Baroncelli, l'esponente di Fratelli d'Italia in consiglio comunale, formazione che ha collezionato uno strabiliante 3,62 per cento. Una percentuale quasi bulgara mi verrebbe da dire.

E' vero, il partito democratico pur restando saldamente il primo partito politico di Agliana perde 6 punti rispetto alle precedenti politiche del 2013 e più di 20 punti rispetto alle europee del 2014 e questo deve farci inevitabilmente riflettere. Chi ne esce veramente da vincitore passando dallo 0,69 del 2013 al 18,76, dobbiamo ammetterlo, é la Lega, che ricordo non é presente sul territorio aglianese né tanto meno in consiglio comunale, e questo denota il valore politico e nazionale del voto, non legato a dinamiche locali.

La Lega ha saputo sfruttare gli errori fatti dal centrosinistra in merito alle politiche legate all'accoglienza. Sebbene io mi sia battuto per avere numero moderato di richiedenti asilo sul nostro territorio resistendo anche in taluni casi a forti pressioni (Agliana é uno dei comuni che ha meno richiedenti asilo pro capite in Toscana), è ovvio che il cittadino aglianese non sta in un'isola. Guarda la tv, legge i giornali, e vive alla confluenza di due città importanti, capoluogo di provincia come Pistoia e Prato dove il fenomeno migratorio ha dimensioni importanti tanto da determinare tensioni sociali.

Le politiche di Minniti sul contenimento dei flussi che io ho fortemente appoggiato, purtroppo sono arrivate in ritardo quando il fenomeno aveva creato un clima di ansia nella collettività. Auspico che il Pd faccia in futuro una seria riflessione sul tema della sicurezza, e non mi riferisco solo a quella legata all'incolumità fisica dei cittadini, ma anche e soprattutto alla sicurezza economica e sociale.

Vorrei infine ricordare a Baroncelli che mi definisce tra le righe una sorta di ragazzotto inesperto, che in questi anni non é stato l'unico a farlo. Anche durante le precedenti primarie del 2014 fui liquidato in questa maniera, e sappiamo tutti come é andata a finire.

Sono certo che lui non commetterà nuovamente questo errore, si capisce immediatamente che è una volpe della politica locale, e non bisogna nemmeno ascoltare quello che dice, basta guardarlo in faccia.

*Sindaco di Agliana

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.