Contenuto Principale

Sabato la premiazione della Pinocchio Bike School

PISTOIA - Sono stati in tutto quasi 900 i ragazzi delle scuole pistoiesi che hanno partecipato al concorso grafico nell’ambito del Pinocchio Bike School, il progetto promosso e organizzato dalla Provincia di Pistoia, in collaborazione con Federazione Ciclistica Italiana (FCI), MIUR, Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Comuni di Pistoia, Montecatini Terme, Pescia e Serravalle Pistoiese, nell’ambito dei mondiali di ciclismo 2013.

Sabato 16 novembre presso i locali dell’Auditorium di via Panconi, a partire dalle ore 17, gli elaborati saranno esposti al pubblico e premiati dalla commissione valutatrice, alla presenza dei ragazzi delle scuole e dei tanti soggetti che hanno collaborato al Pinocchio Bike School. Non solo, sarà presente una sezione specifica dedicata all’ ex ct della nazionale, Franco Ballerini, e sarà proiettato un video sul passaggio della corsa elite uomini a Pescia, domenica 29 settembre scorso. Il “Pinocchio Bike School”, rivolto agli alunni delle scuole primarie e medie del territorio, lo scorso settembre, ha visto il coinvolgimento di 1300 ragazzi e si è svolto in due fasi: le selezioni in bicicletta, a Pistoia e Montecatini Terme, e, poi, il gran finale, durante la gara in linea uomini elite, con la partecipazione di oltre 600 ragazzi, che hanno reso omaggio, a Collodi, alla mascotte dei mondiali, Pinocchio, e, a Casalguidi, al campione recentemente scomparso, Franco Ballerini. Sono stati 6 gli istituti comprensivi interessati: Roncalli - Galilei, Cino da Pistoia, Leonardo da Vinci, Marconi – Frosini; G. Chini di Montecatini; L. Andreotti di Pescia. Le scuole primarie partecipanti sono state 13 di cui a Pistoia: Civinini-Arrighi, Galilei, scuola elementare di Piteccio, Capostrada, Cireglio, e G.Rodari; a Montecatini: Don Facibeni, Pascoli, Fucini, De Amicis, Cascinai; a Pescia le scuole di Castellare e Val Chiusa. Le medie coinvolte sono state 4: a Galileo Chini di Montecatini; Leonardo da Vinci e Roncalli di Pistoia; Libero Andreotti di Pescia.