Contenuto Principale

Confartigianato Pistoia aderisce al fermo dell'autotrasporto

PISTOIA - I trasportatori di Confartigianato Pistoia aderiscono al fermo proclamato dall’Unatras (l’associazione nazionale composta da tutte le sigle rappresentative del settore) per protestare contro l’atteggiamento di totale disinteresse mostrato dal governo nei confronti di un comparto già fortemente provato dalla crisi.

Il fermo dei servizi dell’autotrasporto partirà dalla mezzanotte di lunedì 9 dicembre e terminerà alla stessa ora di venerdì 13 dicembre

“Le principali motivazioni che ci hanno indotto a decidere per lo sciopero _ afferma David D’Agostino, presidente provinciale di Confartigianato Trasporti _ riguardano i problemi legati al taglio del rimborso delle accise, l’assoluta incertezza sulle risorse destinate al settore, la mancata emanazione dei provvedimenti richiesti sulla riforma dei poteri assegnati all’albo e l’assenza di iniziative concrete per arginare il fenomeno del cabotaggio abusivo praticato dai vettori esteri. Il governo, nel corso di questi mesi, si è completamente disinteressato delle questioni sollevate dall’autotrasporto, dimostrando di non aver compreso il ruolo fondamentale del settore nell’auspicata ripresa econonomica”.

A livello nazionale, comunque, le rappresentanze degli autotrasportatori restano disponibili a continuare il confronto per trovare soluzioni possibili e pertanto hanno chiesto un incontro urgente con la presidenza del Consiglio dei ministri.