Contenuto Principale

E’ vero ciò che afferma la consigliera Checcucci  appartenente all’attuale maggioranza di destra (Fratelli  d’Italia ), e cioè che il nostro intervento  (Breschi Carla e Tuci Mario, consiglieri PD) sulla criticità delle liste di attesa per la programmazione degli esami sanitari è un intervento rivolto anche alla stessa Regione, targata PD.

Non si stupisca la consigliera se nel nostro partito vige la possibilità di pensiero autonomo ed ancora la libertà di parola, perché spesso e’ proprio facendo pressioni dall’interno e dalla base che si svelano gli arcani, si smascherano i cattivi consiglieri, i cosiddetti yes-man assoluti, ed i vecchi errori.

Le affermazioni della consigliera, non ce ne voglia, ci autorizzano a pensare che nelle file della destra ciò non sarebbe possibile verosimilmente per obbligatoria uniformità di vedute o pericoloso settarismo, sintomo di immaturità politica.

Apprezzi invece la nostra volontà di fare chiarezza e di stimolare l’attuale maggioranza ad agire ed impegnarsi per migliorare la situazione sanitaria nell’ottica del cambiamento in discontinuità, cosa che per il momento non ci sembra si sia verificata.

Ci auguriamo che gli elettori riflettano su tutto ciò il 4 Marzo.

 

Carla Breschi

Mario Tuci

Consiglieri PD

 

Sabato, 17 Febbraio 2018 22:15

FdI, a difesa del nostro centro storico

L’ordinanza voluta dall’amministrazione che entrerà in vigore lunedì prossimo rappresenta un importante passo in avanti per la difesa del nostro centro storico che, grazie a questo provvedimento, sarà tutelato da norme stringenti che regolamenteranno le nuove aperture in tutta l’area ZTL. 

Nelle disposizioni dettate dalla giunta Tomasi si trovano importanti linee guida per il futuro sviluppo economico del centro città: stop a nuove installazioni di slot machine e di video lottery, divieto di apertura di attività non tipiche come fast food o kebab, nuove regole per le insegne e per gli arredi che dovranno essere compatibili con il contesto architettonico cittadino.

Questa decisione rientra a pieno nei propositi che la coalizione di maggioranza aveva manifestato in campagna elettorale e anticipa la linea politica che l’amministrazione vuole tenere nella stesura del regolamento finale sulla ZTL: una linea chiara e netta per difendere le tipicità del nostro territorio e dargli la possibilità di svilupparsi al meglio, contro degrado e perdita dell’identità locale. 

 

Gabriele Sgueglia

Francesca Capecchi

Consiglieri comunali Fratelli d’Italia 

POGGIO A CAIANO - Ben venga, seppur in ritardo, la sollecitazione da parte del sindaco Marco Martini alle  autorità competenti affinché i proprietari delle auto rimaste schiacciate sotto il crollo del muro della Villa Medicea, avvenuto nella notte del 6 marzo dell'anno scorso, vengano risarciti. 

"Il cerchio è chiuso. Dallo scorso 10 Febbraio anche Pistoia ha la sua targhetta dedicata ai cosiddetti “massacri delle foibe” e all’esodo che ne sarebbe conseguito, una iniziativa condotta da Fratelli d’Italia in primis e vivamente caldeggiata dai gruppuscoli dell’estrema destra pistoiese, peraltro presenti alla commemorazione a fianco del sindaco. La “giornata del ricordo”, istituita in maniera bipartisan nel 2004, si inserisce all’interno di un processo di revisionismo storico che tende ad equiparare la Resistenza Italiana al Fascismo (i famosi “ragazzi di Salò” come li ha definiti Luciano Violante). Col 10 Febbraio anche la destra ha il suo “25 Aprile”, passando da carnefice a vittima in un disgustoso clima di pacificazione nazionale.

Come Partito Comunista non rimaniamo in silenzio al pari dell’ambigua “sinistra” pistoiese, impegnata a riflettere sul clamoroso autogol confezionato da Cudir e ISRPt e servito su un piatto d’argento al sindaco Tomasi, e chiediamo l’immediata rimozione del suddetto cippo commemorativo, palese sfregio al movimento Partigiano tutto, e teniamo a fare alcune precisazioni di carattere storico e politico.

- La “questione foibe” viene totalmente estraniata rispetto al contesto politico e storico in cui è emersa, mentre andrebbe inquadrata all’interno dell’occupazione italiana e tedesca dei Balcani: qui il fascismo fu più duro e violento che in qualsiasi altra parte d’Italia, con la creazione di campi di concentramento per le popolazioni slave, con l’italianizzazione forzata del territorio, l’obbligo di utilizzo della sola lingua italiana, le condanne a morte dei tribunali speciali, gli stupri di massa.

- Negli ultimi anni i numeri sui “massacri delle foibe” vengono sparati in base alla convenienza politica, si va dai canonici 10mila fino ad arrivare ai 30mila citati dal signor Sgueglia pochi giorni fa, senza però portare fonti e documenti attendibili. Un gruppo di storici friulani tra i quali le docenti Alessandra Kersevan e Claudia Cernigoi riunitisi attorno al comitato “Resistenza Storica”, hanno condotto per anni ricerche sulle foibe, studiando i documenti sia di parte italiana che slava, e ad emergere è che ad essere “infoibate” furono poche decine di persone, per lo più collaborazionisti del Fascismo e del Nazismo oltre a singoli e deprecabili casi di vendette personali in alcun modo attribuibili al movimento di liberazione; a ciò va aggiunto che le foibe erano già state utilizzate qualche decennio prima durante la Prima Guerra Mondiale proprio come luogo di “sepoltura veloce” durante le battaglie, nonché dagli stessi fascisti (è il caso della Banda Collotti, una squadra di repressione fascista operante proprio nel Friuli).

- Altro punto sul quale viene portato avanti un violento attacco al movimento di liberazione jugoslavo, sarebbe il sedicente tentativo di “pulizia etnica” che i partigiani di Tito avrebbero condotto contro la popolazione Italiana residente in Istria. Peccato che all’interno dell’Esercito di Liberazione Jugoslavo, guidato proprio dal maresciallo Tito, fossero inquadrati oltre 20mila partigiani Italiani che hanno combattuto fianco a fianco dei compagni Jugoslavi, tra cui la Divisione Partigiana Garibaldi cui è dedicato un monumento proprio a Pistoia nel quartiere delle Fornaci.

Rigettiamo dunque con forza le mistificazioni della destra, tese a screditare e criminalizzare l’unico paese europeo capace di liberarsi da solo dall’occupazione nazifascista, la Jugoslavia appunto, e quindi di riflesso anche la Resistenza Italiana ed in particolar modo il ruolo dei Partigiani Comunisti. Per questo nella mattinata di sabato 17 Febbraio, una delegazione del Partito Comunista ha reso omaggio ai partigiani italiani che hanno combattuto in Jugoslavia presso il monumento loro dedicato delle Fornaci.

Noi ricordiamo tutto".

Roberto Bardi

Partito Comunista Pistoia

Venerdì, 16 Febbraio 2018 16:18

L’impianto di Tana Termine in vendita

San Marcello - L’impianto della Sistemi Biologici srl, azienda di proprietà al 51% di COSEA , sarà messa in vendita a partire dal mese di aprile.

PONTE BUGGIANESE - ll PD di Ponte Buggianese, riunitosi nei giorni scorsi, esprime vicinanza alle vittime di ogni atto di violenza, soprattutto a quelli legati ad odiosi rigurgiti di stampo fascista.

Sono inaccettabili le dichiarazioni rilasciate oggi dal sindaco Nardella a proposito dei fatti di Macerata e della manifestazione antifascista che ha riempito le strade della città marchigiana:

"Testa rasata e tricolore legato al collo, così i Carabinieri nei giorni scorsi hanno fermato il giovane marchigiano ritenuto responsabile del raid xenofobo la mattina di sabato 3 febbraio per le vie di Macerata dove ha aperto il fuoco, ferendo 6 persone immigrate e poi fare il saluto romano.

C'è bisogno di ristabilire l'ordine pubblico e riaffermare il principio della sicurezza, la situazione nella provincia in generale e nella Valdinievole  è totalmente fuori controllo e non si tratta di percezione ma di realtà.

Martedì 30 Gennaio ho protocollato al presidente dell'unione dei comuni dell'Appennino pistoiese Luca Marmo (sindaco di San Marcello Piteglio)

Giovedì, 01 Febbraio 2018 17:13

CasaPound, occorre riorganizzare il Mefit

In questi giorni abbiamo assistito alla diatriba tutta interna al centrodestra pesciatino sulla gestione del Mefit e mentre Lega Nord e Forza Italia dimostrano già le prime e scontate ruggini.

San Marcello - Quanto sono lunghi i tempi della politica? Quanto tempo dobbiamo ancora aspettare per avere delle risposte?

MONTECATINI - “Traffico di droga, prostitute provenienti dall'est Europa e criminalità organizzata".

SAN MARCELLO - Nel 2014 il fu comune di San Marcello Pistoiese passò come gestione in proprio dei rifiuti al gestore Cosea (il fu comune di Piteglio era già sotto questo gestore).

MONSUMMANO - Rinunciando a parte del proprio stipendio, i consiglieri Regionali del Movimento 5 Stelle, hanno già consegnato 100 defibrillatori in tutta la Toscana ed uno di questo al Campo Sportivo Berti di Cintolese.

MONSUMMANO Sperando di dover intervenire pubblicamente per l'ultima volta sulla questione dei lavori di ampliamento della Grotta Giusti,

"Sono convinto che non tutti i cittadini/utenti della Soc. GAIA spa, sanno il costo che detta Soc. applica in fattura, per la cessazione del contratto di utenza.
Ebbene quando per diverse ragioni, un cittadino è costretto a cessare un contratto con la GAIA, riceverà una fattura, che per il solo intervento di togliere un contatore e mettere un tappo sigillato al tubo dell’acqua, tempo impiegato meno di 30 minuti, il costo è di 46 euro, oltre all’IVA di legge, ricevendo anche il deposito cauzionale; presumo allora che il costo orario della Soc. Gaia per un intervento simile sia di circa 100 euro/ora, neanche una società supertecnologica ha un costo orario così elevato.
Qualcuno dirà “quante storie per un importo così piccolo”, ed è qui che si sbaglia, il lasciar passare tutto, anche le piccole cose, che non sono poi tanto piccole, specialmente per un pensionato che già fa fatica ad arrivare a fine mese, non è accettabile.
Tutto questo succede nella completa indifferenza, della nostra Amministrazione Comunale, che risulta una dei tanti comuni Soci azionari della GAIA, e certi problemi se li dovrebbe porre, ma come fare se nello stesso tempo deve amministrare i cittadini di San Marcello Piteglio, ma è anche socio della GAIA ? Forse alla base c’è qualche problema di conflitto d’interessi? Senza contare che questa Società è debitrice dell’Amministrazione di oltre due milioni di euro, quindi anche debitrice di tutti i cittadini di San Marcello Piteglio e di conseguenza mia debitrice.
Non c’è nient’altro da aggiungere, ai cittadini lascio l’ardua sentenza".

 

Michele Giannini

“Forza Italia ascolta”. Così è stata chiamata l’iniziativa messa in campo dai Coordinatori Provinciali e Comunali di Forza Italia, Massimo Boni e Francesco Bentivegna e Federica Rastelli,   per ascoltare la cittadinanza ed accoglierne le istanze, le proposte ed i suggerimenti utili.

Stupore, talvolta rabbia, pessimismo e poi timore. Queste le reazioni in patria ed all'estero circa la vittoria elettorale di Donald Trump. Titolava Le Monde “Ha vinto la rabbia, la rabbia della protesta”.

 

Serravalle - Non importa se fatto bene o fatto male, la logica è annullare, disfare tutto quello che hanno fatto quelli che c'erano prima.

PISTOIA - Nelle ultime 48 ore abbiamo scoperto dai quotidiani locali come l’amministrazione Tomasi abbia perso due occasioni per il rilancio e la sicurezza del proprio territorio.

Giovedì, 18 Gennaio 2018 12:57

Forza Italia, all'attacco del gioco d'azzardo

Gioco d'azzardo, una piaga colossale. Se consideriamo non solo le slot ma anche le lotterie, le scommesse ed i gratta e vinci di facile acquisto, ad oggi parliamo di fiumi di miliardi in un settore che rappresenta poco meno del 6% del Pil nazionale.

L'Assemblea permanente antirazzista e antifascista Vicofaro si dichiara completamente estranea all'iniziativa indetta da Liberi e Uguali per sabato 20 gennaio 2018 presso la Parrocchia di Vicofaro sul tema "Immigrazione.

Mercoledì, 17 Gennaio 2018 12:45

FdI: barriere antirumore, dal Pd solo promesse

Mentre i parlamentari Bini e Fanucci, all’interno di una campagna elettorale precocemente iniziata, sono intenti a festeggiare i cinque anni del loro mandato ripercorrendo insieme ai cittadini i presunti risultati raggiunti,

La campagna elettorale che ci aspetta in vista delle elezioni politiche del 4 marzo si prospetta impegnativa ma importantissima.

Pagina 1 di 13