MONTAGNA

Sabato, 29 Dicembre 2018 13:48

Cgil denuncia: "Gli abitanti della Montagna penalizzati"

Puccini: “Tagli a servizi importanti per anziani e giovani”

SAN MARCELLO - Ancora una volta gli abitanti della Montagna vengono penalizzati, ancora una volta si tagliano i già pochi servizi. Prima la sanità, poi le poste, adesso gli sportelli bancomat.

La denuncia arriva dalla segreteria di Lega Spi Cgil della Montagna pistoiese.

“Non si tutelano i cittadini, non si tutelano le fasce più deboli, gli anziani sostiene la segretaria Laura Puccini -. Quando vengono fatti questi tagli viene mai pensato cosa ne sarà di questi cittadini? Prima gli viene detto che è comodo usufruire dei bancomat evitando così le code alla posta o alla banca, adesso questa comodità gli viene tolta. E nei paesi dove non vi è neppure la banca come faranno gli anziani a prelevare il necessario per vivere soprattutto quando nevica o gela? E tutte quelle persone che per vari motivi non hanno più la patente o familiari vicini a cui rivolgersi, cosa dovranno fare d’ora in poi per avere dei contanti a portata di mano? E la paura di essere derubati a tenere i soldi in casa dove la mettiamo? E i nostri giovani che provano, affrontando mille difficoltà, a restare e ad inventarsi lavori che facciano rivivere i paesi?”.

Continuando con queste scelte, si chiede Puccini, quanto potranno resistere? Se ogni volta gli vengono portati via, oltre ai servizi necessari ad una vita dignitosa, anche le cose più banali (apparentemente) ma oggi necessarie, come uno sportello bancomat, come si può pensare che pur amando la loro montagna decidano di rimanere?

“Vogliamo che la montagna si spopoli ulteriormente conclude la segretaria -, che gli anziani abbiano sempre più problemi o si vuole rilanciare la montagna e dare alle fasce più deboli e ai giovani la possibilità di vivere meglio?”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.