MONTAGNA

Mercoledì, 09 Gennaio 2019 16:40

Nuove iniziative per valorizzare la Porrettana

Rilanciate da una mozione in Consiglio regionale

FIRENZE - La commissione Ambiente e territorio del Consiglio regionale della Toscana ha approvato questa mattina all’unanimità una mozione proposta da Massimo Baldi (Pd) che impegna la giunta toscana ad attivare nuove iniziative di valorizzazione per le linee ferroviarie minori, in particolare per la Porrettana. La mozione, assegnata alla commissione per il vaglio definitivo, non dovrà passare dall’aula per un nuovo voto.

In particolare, il documento fa riferimento al rifinanziamento del bando regionale per la valorizzazione delle linee ferroviarie minori e sollecita tutti i soggetti interessati alla stipula dell’accordo tecnico previsto da un protocollo d’intesa per lo sviluppo del progetto Transappenninica che risale al 2016.

“Con questo atto  – spiega Baldi – ribadiamo la forte valenza storica, culturale, ambientale, paesaggistica ed economica offerta dal contesto territoriale attraversato dalla Porrettana e quindi vogliamo provare a riaccendere i riflettori su questa parte del territorio toscano. La Ferrovia Porrettana rappresenta un’infrastruttura votata alla funzione principale di mettere in collegamento i nuclei abitati della montagna pistoiese con l’intera area metropolitana di Pistoia-Prato-Firenze. Essa può anche rappresentare un mezzo 'slow', alternativo all’alta velocità nel collegamento fra Bologna e Firenze attraverso un territorio ricco di cultura e bellezze paesaggistiche. Un rilancio della linea, quindi, avrebbe ricadute positive sia in termini di servizio per i pendolari, sia in termini di fruizione turistica con i conseguenti benefici economici per i territori attraversati. Gli sforzi della Regione per valorizzare e salvaguardare la Porrettana risalgono al 2011, quando venne sottoscritto un primo protocollo d’intesa con Provincia e Comune. Diversi poi sono state le azioni, concordate con Rete Ferroviaria Italiana, per promuovere le cosiddette linee ferroviarie minori, come pure diversi sono stati i progetti dei comuni e delle associazioni, non ultimo quello riguardante il portale web 'Transappenninica Tosco-Emiliana/ la Ferrovia Porrettana'. Nel luglio 2016 – ricorda Baldi – si è costituita l’associazione 'Transapp', che si prefigge di promuovere, organizzare o sostenere ogni attività per la valorizzazione della ferrovia Porrettana e la promozione sociale e turistica del territorio montano Tosco-Emiliano”.

Uno sforzo “premiato” poi dalla sottoscrizione, nel novembre 2016, del protocollo d’intesa per lo sviluppo del progetto “La Ferrovia Transappenninica”  che ha coinvolto: Regione Toscana, Regione Emilia Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Pistoia, Comune di Alto Reno Teme, Unione di Comuni Alto Reno, Unione di Comuni Appennino Bolognese, Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia, Unioni di Comuni Appennino Pistoiese.

“Ecco – conclude Baldi – spero ora che con l’approvazione della mozione, si possa rilanciare quel progetto e andare avanti con più forza sulla strada tracciata”.

 

 

 

 

 

questo articolo è stato offerto da:


1 commento

  • Link al commento Umberto Mercoledì, 09 Gennaio 2019 22:29 inviato da Umberto

    La cosa migliore sarebbe di ripristinare il tracciato originale bologna pracchia Pistoia linea di 100km senza dover sendere a Porretta per cambio treno.

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.