Contenuto Principale
Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 444
Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Una speranza in più per Cosima Deri: trovata la cartella clinica dell'istituto che la accolse

La cartella clinica dell'Istituto degli Innocenti La cartella clinica dell'Istituto degli Innocenti

di Martina Salvadeo

PISTOIA - “Stanno incominciando a colorarsi le prime parti del quadro di questa storia”. Dall'altra parte del telefono Cosima Deri, alla ricerca della madre biologica, ci racconta che sta iniziando a vedere i primi risultati del difficile percorso che ha intrapreso quattro anni fa.

 

Grazie all'aiuto di un’agenzia di pratiche amministrative “Il filo rosso”, è riuscita ad ottenere la cartella clinica dall'Istituto degli Innocenti per Assistenza all'Infanzia di Firenze, dove era stata lasciata dalla madre dopo la nascita. Da questa ha raccolto alcune notizie in più sulla sua famiglia naturale e su di sé, che potrebbero essere fondamentali. Ha scoperto che il nome Cosima le è stato dato sicuramente dalla madre perché deriverebbe dal nome del nonno, che si chiamava appunto Cosimo: “Questa informazione che mi era già stata data dagli archivisti dell'ospedale di Careggi - racconta - l'ho rintracciata poiché ho scoperto che nelle cartelle cliniche veniva solitamente messo il nome della donna incinta accanto a quello di suo padre, che si chiamava appunto Cosimo”. I documenti svelano anche che l'uomo aveva problemi di dipendenza da alcool, un'informazione richiesta a tutte le donne partorienti.

Della madre Cosima ha poi scoperto che, avendo trentacinque anni nel maggio 1968, sarebbe nata tra il 18 maggio 1932 e il 31 dicembre 1932 e non nel '33 come aveva pensato per tanto tempo. E' stata esclusa anche l'ipotesi che il marito della vera madre di Cosima si fosse suicidato in via degli Orafi, come le era stato raccontato da una ragazza tramite Facebook, perché l'anno della vicenda non corrisponde a quello della morte dell'uomo, avvenuta tra il 1966 e il 1967. Per chi, leggendo questa storia, volesse aiutare Cosima nelle sue ricerche ed avesse qualche notizie in più sulla vicenda, il suo numero di telefono è 339-8827980.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

Il commissario a fumetti: alla biblioteca San Giorgio una mostra dedicata a Mascherpa e Ricciardi

l commissario tra le pagine dei libri, sul grande e piccolo schermo ma anche a fumetti.…

Il 24 febbraio Nursery Campus tavola rotonda sul tema" Pistoia post capitale della cultura"

PISTOIA - Il Comitato Promotore per il Club Per L’Unesco di Pistoia e l’Associazione G713…

Appuntamenti, Bini (Pd) sabato a Pistoia e Larciano

PISTOIA - Nella mattinata di sabato 17 febbraio Caterina Bini, candidata Pd al Senato nel…

Pistoia, sabato 17 un convegno sulla qualità dell'aria

PISTOIA - Sabato 17 febbraio, dalle 10 alle 13, nella sala Maggiore del palazzo comunale…

La traversata della crisi, ne parla il prof. Petretto al Museo Marini

PISTOIA - “La traversata della crisi: l’economia italiana dal 2011 al 2017” è il tema di…

Reportpistoia su Facebook