Contenuto Principale

Spaccio, don Biancalani: "il ragazzo ha sbagliato ma la droga non è un problema solo degli immigrati"

PISTOIA – “La strada chiama la strada e qualcuno può cadere in tentazioni, in scorciatoie, che non sono valide per nessuno, né per gli italiani né per i migranti”.

Un ragazzo ospite della parrocchia di Ramini, struttura di accoglienza gestita da don Massimo Biancalani, è stato arrestato giovedì 16 novembre durante un controllo antidroga in piazza della Resistenza. O.D.E è un cittadino della Repubblica del Biafra e residente da un anno nella struttura di accoglienza. E' stato colto in flagranza di reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella tasca del suo giubbotto gli investigatori della Mobile hanno trovato 10 grammi di marijuana e 260 euro in contanti.

“Piazza della Resistenza è un punto di ritrovo per tanti ragazzi – continua don Biancalani – e può succedere che qualcuno, più fragile degli altri, possa cadere in tentazioni. I nostri ragazzi arrivano da situazioni di grande disagio, lontano dalla famiglia, soli. E può succedere che incontrino, in strada, qualcuno che gli offra del “lavoro facile”. Il giovane arrestato è fragile e io non lo lascerò in mezzo alla strada”.

Il ragazzo è stato infatti posto in custodia nella struttura di accoglienza a disposizione del Pubblico Ministero Claudio Curreli. Durante la perquisizione alla stanza del 25enne la Polizia ha trovato un bilancino di precisione e una trita di marijuana.

“Non ho assistito all'operazione della Polizia in parrocchia ma so che la droga che hanno trovato in stanza è una dose minima. Aspettiamo il confronto con il giudice” continua Biancalani. “Ho accolto ragazzi che sono stati espulsi dai centri di accoglienza – dice il prete – toglierli dalla strada è l'unico modo per evitare che finiscano nelle mani di chi controlla la rete di spaccio delle droghe leggere tra Prato, Pistoia e Montecatini, la mafia nigeriana”.

E Biancalani sottolinea che le comunità di Ramini e Vicofaro aprono le porte a situazioni umane difficili e di profondo disagio, ogni giorno. “Le difficoltà che possono capitare in questo lavoro non ci devono distogliere dalla costruzione faticosa di percorsi educativi e formati” conclude Bianacalani. (i.l)

Commenti   

#4 marco 2017-11-20 07:59
Una per tutte: Le canne se le fanno in tanti , ma tanti . E allora dove andare a comprare la roba ? Da quei disgraziati terminali del sistema ? Oppure dal Farmacista , tabaccaio o pizzicagnolo ?
Smettete di farvi le canne e smetteranno i poveretti da cui andate a comprare la roba per poi plaudire alla polizia e scandalizzarvi.
Per le piste , ne parliamo un'altra volta
Citazione
#3 Giancarlo 2017-11-18 15:51
Caro prete cosa vuoi dire. Dato che appunto ce ne sono tra gli Italiani non c'è bisogno di far venire altri spacciatori da altri paesi. Perché la malavita pesca proprio tra le migliaia di clandestini che sono lasciati a bighellonare con l'immancabile telefonino ed ad ogni angolo a chiedere soldi. Secondo i politici buonisti e don Biancalani questa è integrazione? Gli italiani ne hanno le scatole piene di questa immigrazione,
Mentre vengono trascurati i tanti italiani che non ce la fanno a campare. Questo dissenso ve lo dimostrano "Cari governanti" con l'astensione massiccia ad ogni votazione, ma voi incuranti continuate a perdere consensi.
Citazione
#2 Andrea Betti Tibet 2017-11-18 12:30
Mondo alla rovescia!!! Vessare da mesi un prete perché fa il prete… un uomo che aiuta la gente davvero: molti immigrati ma anche italiani! E in cambio? Multe, gomme tagliate, ronde di dementi, insulti… Resto sorpreso dall'attenzione occhiuta della polizia verso questo parroco meritevole, molto capace ad acciuffare un ragazzino con una canna, un capellino più distratta mentre devastavano la Cattedrale dell'Ex Breda a due passi dal Polo della sicurezza… e su tutto questo il silenzio del comune. Un comune di destra e non di tutti; che fa, pensa e agisce a destra...e va bene così, li hanno voluti i pistoiesi. Ma anche a destra la "Carità Cristiana" dovrebbe avere valore e merito! Anche considerando che l'opera di Don Biancalani toglie un sacco di castagne dal fuoco alle nostre istituzioni intontite, e dalla strada persone che potrebbero essere intercettate dalla malavita. Solidarietà sempre a don Biancalani!
Citazione
#1 Andrea Salvietti 2017-11-17 21:12
La Repubblica del Biafra non esiste più del gennaio 1970. Da allora è tornata a far parte della Repubblica Federale della Nigeria !
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

Anteprima del nuovo libri di Giuseppe Totaro “Nove storie di Picio Pacio”

PISTOIA – Mercoledì 13 dicembre alle ore 17.30 a Pistoia, presso la libreria Lo Spazio (…

Lavori Enel, domani e mercoledì mancherà la luce a Santomoro e via Gora e Barbatole

PISTOIA - Domani, martedì 12 dicembre, e mercoledì 13 dicembre e-distribuzione, la…

Il Centro Guide Pistoia e Don Carlesi presentano "La Visitazione" in San Leone

PISTOIA – Continuano le visite del Centro Guide Turismo di Pistoia.

Natale, arrivano i laboratori per bambini all'insegna del riciclo creativo

PISTOIA - La peRte organizzazione eventi è lieta di presentare il suo nuovo ciclo…

Reportpistoia su Facebook