PRATO
Venerdì, 19 Gennaio 2018 14:32

Arresti mafia cinese, Bini (Pd): "Grazie alle forze dell'ordine e alla Procura di Prato"

PRATO - “È un’inchiesta di altissimo livello che mostra la grande capacità delle forze dell’ordine e della Procura di Prato, costantemente impegnate nel contrasto a qualsiasi forma di illegalità presente sul territorio”.

Così la parlamentare uscente del Partito democratico Caterina Bini, sull’indagine che nella giornata di ieri, 18 gennaio, ha portato all’arresto di 25 cinesi, con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso.

“Un sentito ringraziamento – prosegue Bini – alla Questura e alla squadra mobile di Prato, così come alla Procura antimafia e alla Direzione distrettuale antimafia. Questa indagine, portata tenacemente avanti per sei anni, dimostra come nel territorio di Prato, e nei comuni limitrofi da Pistoia a Firenze, ma in generale in tutta la Toscana, l’attenzione per la tutela della legalità sia un elemento fondamentale, anche a garanzia di chi in questi territori voglia investire nel massimo rispetto delle regole. Quella di ieri è stata un’operazione di eco nazionale e sovranazionale, che contribuisce a sottolineare l’impegno del nostro Paese nella lotta alla criminalità organizzata”. 

Parole di soddisfazione per l'operazione della Squadra Mobile di Prato diretta dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze anche da Massimiliano Brezzo, segretario della Filtctem-Cgil. “L'indagine dimostra che, come diciamo da tempo e abbiamo scritto nel Protocollo per il lavoro dignitoso e la legalità, siamo di fronte a un “sistema” di produzione illegale che investe nell'economia legale. E che come tale va affrontato.”

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.