Contenuto Principale

Firenze, tenta di rapinare una donna in ospedale minacciandola con una siringa

FIRENZE - Ha tirato fuori una siringa dalla tasca e ha minacciato una donna nella sala di attesa dell'ospedale Santa Maria Nuova.

“Questa è una rapina dammi la borsa” ha detto alla vittima il 44enne di etnia rom arrestato dai carabinieri del Nucleo radiomobile di Firenze. E' successo lunedì 13 novembre. L’uomo già nella mattinata si era reso responsabile di un furto di portafogli alla stazione di Santa Maria Novella per il quale era stato denunciato a piede libero dalla polizia.

E nel pomeriggio era andato all'ospedale dove ha cercato di rapinare una fiorentina di 58 anni era al pronto soccorso ad aspettare che il marito venisse medicato. La signora ha avuto una pronta reazione e urlando aiuto si è rifugiata all’interno di una stanza facendo chiamare i Carabinieri. L'uomo però non ha desistito e ha continuato a seguirla chiedendo soldi ed iniziando una colluttazione con i sanitari e le guardia giurata intervenuti. Per l’uomo sono scattate le manette per tentata rapina.

Per lui si sono aperte le porte di Sollicciano

 

 




Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Toscana

Il commissario a fumetti: alla biblioteca San Giorgio una mostra dedicata a Mascherpa e Ricciardi

l commissario tra le pagine dei libri, sul grande e piccolo schermo ma anche a fumetti.…

Il 24 febbraio Nursery Campus tavola rotonda sul tema" Pistoia post capitale della cultura"

PISTOIA - Il Comitato Promotore per il Club Per L’Unesco di Pistoia e l’Associazione G713…

Quarrata, mercoledì 21 manca l'acqua

QUARRATA – Publiacqua informa i cittadini del Comune di Quarrata che, causa intervento ai…

Appuntamenti, Bini (Pd) sabato a Pistoia e Larciano

PISTOIA - Nella mattinata di sabato 17 febbraio Caterina Bini, candidata Pd al Senato nel…

Maltempo, rinviato il carnevale a Casalguidi

SERRAVALLE - L' Amministrazione Comunale rende noto che a causa delle avverse previsioni…

Reportpistoia su Facebook