VALDINIEVOLE
Venerdì, 12 Gennaio 2018 16:53

A rischio le manifestazioni pubbliche del 2018. E le Associazioni di Pescia si ribellano

PESCIA - Le manifestazioni pubbliche in programma nel prossimo anno sono a rischio. Così dicono i “registi” di tutte le iniziative diffuse sul territorio, ciò le associazioni che ne sono insieme il motore, la mente e le braccia.

Oltre trenta Associazioni di Pescia si sono riunite qualche giorno fa e chiedono un incontro urgente col Commissario Silvia Montagna per ridiscutere assieme il regolamento inerente le pubbliche manifestazioni.

Il regolamento emanato dal Ministero dell'Interno (in data 28/07/17), contenente le linee guida per i provvedimenti di sicurezza pubblica da adottare nella gestione delle manifestazioni, detta nuove regole a cui gli organizzatori devono conformarsi per ottenere l'autorizzazione dall'amministrazione comunale. Proprio questo regolamento suscita però la perplessità delle Associazioni pesciatine, che, nonostante, la piena condivisione delle finalità, osserva che la stretta osservanza dei dettami contenuti in esso pone a carico degli organizzatori nuovi costi.

“Questi – scrivono in una nota una trentina di Associazioni pesciatine - nel caso di piccole associazioni o di manifestazioni che non prevedono introiti diretti, in quanto ad ingresso gratuito o ad offerta, diventano degli oneri troppo alti da sostenere.
La valutazione economica fatta dalle Associazioni porta al quasi totale annullamento delle manifestazioni in programma per il 2018. La mancata realizzazione di queste manifestazioni, oltre che a creare una diminuzione dell’offerta ricreativa, culturale e sportiva nella comunità pesciatina, implica anche altre conseguenze di natura prettamente sociale; infatti, venendo meno lo scopo associativo, quindi il coagulo, si rischia la disgregazione e lo scioglimento dell'associazione stessa”.

Da qui la richiesta, unanime, dell'incontro con il Commissario del comune, per un “confronto diretto”.
“Pescia si distingue infatti per la presenza di un elevato numero di associazioni di volontariato capaci di organizzare innumerevoli e diversificate manifestazioni, di cui alcune con 50-80 anni di storia. Talune sono di piccole dimensioni, altre riescono ad interessare migliaia di persone, ma tutte, indistintamente, sono importanti perché assolvono alla funzione di socializzazione, sono capaci di mantenere usi, costumi e tradizioni caratteristici del luogo e realizzare eventi culturali. La vasta costellazione di associazioni copre tutto il Comune, sia il centro storico, sia la periferia, sia le frazioni di pianura e di montagna, con eventi spalmati su tutto l’anno e su tematiche ricreative, culturali e sportive, tali da renderlo particolarmente appetibile anche per i visitatori provenienti dai Comuni limitrofi e non solo”.

La richiesta è firmata da:

Lega dei Rioni

Rione Ferraia

Rione Santa Maria

Rione San Michele

Rione San Francesco

Auser

AVIS Pescia

GPA Avis

Società Operaia Alberghi

Associazione per Sorana

Associazione Quelli del Frate e dintorni

Parrocchia Castelvecchio

Ente valorizzazione Città di Pescia e Valdinievole

L'Officina delle Arti

Associazione Nottambula

Misericordia Castelvecchio

Alberghi di Pescia

Circolo ARCI di Stiappa

I Nani Svizzeri

Pro Loco Castelvecchio

Carnevale di Veneri

Associazione Gaia

AVIS Collodi

Terzo tempo

Misericordia Collodi

Associazione Marinai

Ass. Lucignolo

Quelli con Pescia nel cuore

Ass. Pinocchio Idee e progetti

Circolo ARCI Vellano

Ass. I Montagnardi

Pubblica Assistenza di Pescia

Pro Loco San Quirico

Pro Loco Pietrabuona

Circolo Arci Agorà di Pietrabuona

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Festa PD Santomato