VALDINIEVOLE

Domenica, 02 Dicembre 2018 09:57

E' nato Bugia, il profumo che racconta Pinocchio

Foto di gruppo alla presentazione del profumo Bugia Foto di gruppo alla presentazione del profumo Bugia

L'essenza creata dalla maison apuana “I profumi del marmo”

di Gina Nesti

PESCIA - Magiche note di rosa che si confondono con l’essenza del legno e cuoio per abbracciare i sensi e stimolare la fantasia: è Bugia il profumo che racconta la celebre fiaba di Pinocchio.

I suoi personaggi si fanno essenza e le note fruttate e speziate ricordano le mani callose di Geppetto, l’essenza floreale l’abbraccio protettivo della fata Turchina e sentori golosi come sono quelli di una giornata trascorsa nel Paese dei balocchi.

La nuova perla di Collodi è stata presentata al Parco di Pinocchio da Sara Vannucci della maison "I Profumi del Marmo", Pier Francesco Bernacchi presidente della Fondazione nazionale Carlo Collodi, lo scultore Francesco Siani, Edoardo Puccetti del Collegio antichi monetieri di Lucca e Maria Cassanelli coordinatrice del Parco di Pinocchio.

L’idea è nata dalla partnership tra la maison apuana di fragranze di lusso e la Fondazione nazionale Carlo Collodi che patrocina il progetto.

Il profumo Bugia sarà una linea extra lusso, con soli 199 esemplari firmati a mano dallo scultore Francesco Siani che ha stilizzato la faccia di Pinocchio in marmo di Carrara attraversato da un grande naso in ciliegio. Sarà possibile acquistarla direttamente allo shop del Parco di Pinocchio, a Collodi, o nelle più importanti profumerie italiane.

Accanto all'essenza tradizionale, c'è una confezione solida del profumo, che sul tappo mostra una moneta realizzata dal Collegio degli antichi monetieri di Lucca: su ogni moneta un'episodio di Pinocchio. La versione solida è stata realizzata senza alcol ma mantiene le caratteristiche della profumazione.

“Oggi nasce Bugia - spiega Sara Vannucci (nella foto a destra) - che racconta questo personaggio famoso in tutto il mondo sotto un’altra veste, quella profumata. Abbiamo creato una collezione che si chiamerà 'I Profumi di Pinocchio': insieme a 'Bugia',  tutta la collezione di profumi solidi con le monete che rappresentano la storia di Pinocchio, o meglio i cinque sensi di questa storia. I profumi del marmo sono nati qualche anno fa partendo dall’idea che ogni cosa ha un profumo e anche il marmo ha il suo. Siamo partiti dall’essenza di 'statuario' che è l’essenza bianca purissima del territorio di Carrarra, da lì è nata una serie di fraganze dedicate ai territori e Bugia è un omaggio a Collodi e alla sua terra. ”.

Quando il progetto era solo un'idea, l'incontro con lo scultore Francesco Siani, sul ponte Bugia a Carrara.

“Ho conosciuto l’artista Siani - ricorda Vannucci - e gli chiesi se poteva realizzare per noi un Pinocchio che ci potesse rappresentare. Oggi mostriamo  quello che ha realizzato".

Importante nel progetto il ruolo della Fondazione che ha dato il via alla partnership con la maison apuana.

“Bugia lo porteremo nel mondo - dice Bernacchi (nella foto a sinistra) - I prodotti che prendiamo a cuore li portiamo ovunque. Bugia è una parola non apprezzata, noi invece abbiamo un’idea diversa del termine. Per molti bugia e menzogna sono sinonimi, in realtà sono cose diverse. La bugia spesso si dice in caso di necessità, a fin di bene e a volte ha un significato positivo, a differenza della menzogna che è sempre negativa perché nasconde l'inganno. Per noi la parola bugia si collega non solo a Pinocchio, ma alla storia della vita. Sono convinto che il profumo avrà una lunga strada davanti a sé perché è un ottima fragranza e, come Pinocchio, siamo convinti che anche questo profumo farà una lunga strada”.

La linea, abbiamo detto, è impreziosita dalle cinque monete che, raccontando la storia di Pinocchio, rappresenta i cinque sensi. Edoardo Puccetti ha spiegato come sono state realizzate le monete dal Collegio degli antichi monetieri di Lucca.

L’idea venne a Giuliano Marchetti e Francesco Bernardi – spiega Puccetti –. Sono cinque monete che raffigurano alcuni passaggi della fiaba: Geppetto che scolpisce Pinocchio nel legno, Pinocchio arrestato dai carabinieri, Pinocchio che sotterra le monete , la balena che aveva ingoiato Pinocchio, poi l’ultima moneta raffigura Pinocchio che diventato un bambino. Ci siamo incontrati con Sara Vannucci e abbiamo pensato di collocare la moneta sul tappo del profumo”.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.